THE CLAN – All In The Name Of Folk

THE CLAN – All In The Name Of Folk

THE CLAN – All In The Name Of Folk

TITLE: All In The Name Of Folk
BAND: The Clan
YEAR: 2016
LABEL: Indipendente
GENERE: Folk Rock
COUNTRY: Italia

Folk’n Roll.
Così si presentano i Milanesi The Clan e senza troppi fronzoli dopo una breve intro ci faranno capire subito chiaramente qual è il loro intento fin dall’inizio ed in effetti non c’è altro modo di definirli se non questo: Folk’n Roll
Fin da subito verremo bersagliati da un ritmo frenetico che non lascia tregua all’ascoltatore, questo non è il classico Folk che c’incanta e ci trascina in un mondo magico, questo è quel Folk sfrenato che ci trascinerà a scatenarci al ritmo della musica senza un vero e proprio senso che lo vogliamo o no finché la musica non avrà esaurito tutte le nostre energie e poi ricominciare.
I The Clan riescono a divertire e tenere alta l’attenzione durante tutte le quattordici tracce che compongono All In The Name Of Folk. Tutto l’album sarà un’amalgama perfetta fra le parti più Folk che richiameranno le verdi lande d’Irlanda al suono di Cornamusa, Flauto, Violino e Mandolino suonati magistralmente i quali creano l’atmosfera perfetta e le parti più Rock dove la voce sarà una vera e propria ciliegina sulla torta: forte ed incisiva sarà forse la parte più brillante di questo lavoro.
Fra tutte queste tracce Whole Lotta Jig è l’unica a farsi notare particolarmente per essere una traccia completamente Folk ed anche l’unico momento di respiro di tutto l’album, gli altri brani sono tutti quanti su alti livelli e nessuno sembra emergere particolarmente sugli altri in quanto a qualità.
Per quanto non si cada mai nella banalità l’unico vero difetto di All In The Name Of Folk è una leggera sensazione di ripetitività che all’inizio non sembra neanche tanto male dando la sensazione di creare una maggior continuità, ma dopo più ascolti inizia a dare un certo fastidio. Il fatto che alcuni brani sembrino somigliarsi li rende decisamente meno godibili.

Una nota positiva va data alla cover dell’album che è davvero bella ed accattivante nonché rappresentativa di quel che ascoltiamo: più di una volta sembra che quella sia la cover perfetta per quest’album.
Questo è un album decisamente riuscito e l’ascolto è obbligatorio per chiunque ascolti Folk (sia Rock che Metal).
L’album rimane facilmente impresso nella mente e a lungo canticchierete i cori più incisivi contenuti in questo disco;
un amante di Folk con tutte le influenze che troverà qui non poteva chiedere di meglio.

Voto: 79/100

  1. Overture
  2. Folk ‘n Roll
  3. Second Chances
  4. Let Me Go
  5. Jenny Porter
  6. Whole Lotta Jig
  7. Irish Sky
  8. Angel Of The See
  9. Horns Up And Fight
  10. Ulysses And The Siren
  11. Reel o’Fire
  12. Home Of My Heart
  13. True Story
  14. It’s A Long Way To The Top

Avatar

jonathan

Lascia un commento:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *