VAIN VIPERS – Vain Vipers

VAIN VIPERS – Vain Vipers

VAIN VIPERS – Vain Vipers

TITOLO: Vain Vipers
ARTISTA: Vain Vipers
GENERE: Sleaze/ Glam/ Hair Metal
ANNO: 2019
PAESE: Italia
ETICHETTA: Volcano Records

I Vain Vipers sono una band Glam/Sleaze/Hair Metal emiliana, fondata nel 2013 dai membri Scott e Wild (ex Crying Angels). A partire dal 2016, dopo diversi cambi di line up, entrano in squadra il frontman Mick (Sex for Cash, Shabby Trick, Crying Steel) e Aaron alla batteria. Nel corso degli anni i Nostri intraprendono una serie di esibizioni live al fianco di band come Bai Bang, Rakel Traxx e Stop Stop; il 2017 è l’anno del singolo Lost in Your Eyes, con annesso video musicale. Nel 2018 comincia la lavorazione al primo LP, registrato al Pri Studio di Roberto Priori; nello stesso anno viene sancito il sodalizio con l’etichetta torinese Volcano Records. La band si rifà ai capostipiti del genere come Mötley Crüe, Poison, BlackRain, Danger Danger, Firehouse, Steel Panther, Babylon A.D., Alleycat Scratch, Reckless Love. L’omonimo Vain Vipers è l’album di debutto, pubblicato nel maggio 2019. “Livin’ in L.A. is so much fffuuuun!”affermava Taime Downe, co-fondatore dei Faster Pussycat nel 1987,  il periodo d’oro dei Glamsters dai capelli cotonati della West Coast , che trasformarono la Sunset Strip nel loro parco giochi, un party selvaggio, dissoluto e senza fine: con un tuffo nel passato, Vain Vipers ci riporta alle atmosfere dell’epoca, alle esibizioni dei Motley Crue al Whisky a Go Go. Il full-length consta di dieci brani per un totale di circa cinquanta minuti di musica, l’intera tracklist scorre tutta d’un fiato regalando un’esperienza piacevolmente esaltante, e non presenta riempitivi: il livello qualitativo rimane sempre alto.  L’opening track I Hate You è una perfetta intro che conquista e coinvolge l’ascoltatore dalle prime note e, come una vera e propria macchina del tempo, ci riconduce alle atmosfere di trent’anni fa; nonostante ciò, non riprende a man bassa dal passato, ma denota una forte originalità. Segue l’esuberante Bitch Please (Shut Up) dal ritmo scanzonato e ritornello catchy, In Kissy Doll  gli assoli e i riff trascinanti lasciano spazio alla  batteria, ora messa in primo piano. Lost in your eyes è uno dei brani di punta della produzione, una ballad romantica e malinconica dal facile sing-along. Il trittico composto da Reach Me in the Dark Side, 80’s Whore  – brano coinvolgente con elementi Glam Punk – e Devil is Waiting procura un’esplosione di vigore ed entusiasmo, con assoli dinamici e ritmi travolgenti.  Seguono Rock ‘n’ Roll, un vero e proprio inno al genere, e la malinconica e appassionata Weeping che, coi suoi assoli di struggente intensità, conclude impeccabilmente la produzione, mettendo in risalto il cantato pulito e intelligibile di Mick, dalla discreta estensione vocale, tagliente e di spessore. La dissolvenza finale, drammatica e teatrale, induce l’ascoltatore a premere di nuovo play e riascoltare tutto dalla prima traccia. Con questo sorprendente esordio, che possiede tutte le caratteristiche migliori del genere,  i Vain Vipers si dimostrano in grado di riportare in auge una corrente musicale storica apportando novità e freschezza.   Tra lunghi assoli dinamici e trascinanti irresistibile head banging, i Nostri ci regalano un Glam Rock smaliziato, apprezzabile dagli amanti del genere e pronto ad essere accolto positivamente da una ampia fetta di ascoltatori neofiti. I Vain Vipers rappresentano un’ulteriore conferma del talento che permea il Bel Paese, unendosi al novero di giovani musicisti di grande caratura che fanno ben sperare per le sorti della scena musicale nazionale.

VOTO 80/100

 

TRACKLIST

1. I Hate You
2. Bitch Please (Shut Up)
3. Kissy Doll
4. Lost In Your Eyes
5. Let’s Party
6. Reach Me In The Dark Side
7. 80’s Whore
8. Devil Is Waiting
9. Rock ‘n’ Roll
10. Weeping

LINE UP

Luca “Wild” Barchetti –  chitarre e cori
Alfonso “Aaron” Durso – Batteria
Davide “Scott” Dall’olio – basso e cori
Mircko “Mick” Bacchilega– voce

WEB

Facebook

Volcano Records

 

 

Avatar

dgiulia

Ama la musica, prevalentemente Rock e Metal. Non si alza dal divano se il telecomando è lontano, ma andrebbe a piedi in capo al mondo per sentire il concerto della sua band preferita.

Lascia un commento:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *