DARK MIRROR OV TRAGEDY- The Lord ov Shadows

DARK MIRROR OV TRAGEDY- The Lord ov Shadows

DARK MIRROR OV TRAGEDY- The Lord ov Shadows


TITOLO: The Lord ov Shadows
ARTISTA: Dark Mirror ov Tragedy
GENERE: Symphonic Black Metal
PAESE: Corea del Sud
ANNO: 2018
ETICHETTA: Radtone Music

 

Da qualche giorno incombe una nuova aura profetica di misteriosa oscurità, proveniente stavolta dall’Estremo Oriente: assistiamo al ritorno dei sud-coreani Dark Mirror ov Tragedy, progetto Symphonic Black Metal in attività dal 2003, forte del, rilascio del proprio quarto full-length The Lord ov Shadows, licenziato dalla Radtone Music.

Il nuovo lavoro della band si compone di cinque tracce, per la durata totale di 46:57 minuti. Le sinfonie del pianoforte fanno da padrone già dal primo pezzo Chapter I. Creation of the Alter Self, canzone perlopiù strumentale, dove i cori e una sospirante voce femminile accompagnano un’atmosfera che apre l’ascoltatore ad un mondo parallelo, dominato dalle tenebre. Il prepotente scream di Material Pneuma giunge in Chapter II. Possession, dove accanto alle sinfonie subentrano arpeggi ed assoli influenzati dalle veloci ritmiche tipiche del Death Metal, creando un piacevole accompagnamento alternato a delicati momenti in cui a dominare il palco è la sola suggestiva atmosfera data dalle tastiere e dagli effetti sonori dal sapore piacevolmente etnico, tuttavia senza discostare l’attenzione dall’antro oscuro in cui chi ascolta è entrato. Chapter III. The Annunciation in Lust continua questo oscuro rituale per 13:26 minuti, continuando a giocare con l’alternanza tra i riff degli strumenti a corda, blast-beat e le atmosfere del piano, talvolta sottolineate da arpeggi puliti, meno invadenti ed aprenti a nuovi portali di immaginazione, condizione possibile grazie allo scorrere delle note della canzone. A riportare alla realtà l’ascoltatore, a volte in maniera troppo brusca, torna tempestivamente Material Pneuma con la sua voce graffiante, che svanisce poi nella successiva traccia Chapter IV. Acquainted with The Nocturnal Devastation, nella quale la voce femminile diviene lirica, perfetta per un nuovo slancio al disco prima della presentazione del nostro Signore delle Tenebre, che avviene in Chapter V. I am The Lord ov Shadows: questa traccia durerà 20:45 minuti, e per mezzo di un quasi sibilante grido iniziale, ci guiderà alla fine del rituale di evocazione, dominato da ogni tipo di piacevole atmosfera, senza annoiare chi ascolta nonostante il disco sia palesemente un pezzo unico, diviso in tracce per convenzione più che per vera distinzione tra di esse.

Nonostante il miscuglio di Death e Black Metal alle sinfonie, non da tutti sempre apprezzato -specialmente dagli ascoltatori “puristi”, The Lord ov Shadows si propone come un ottimo prosieguo per la carriera dei sei sud-coreani, ispirante fiducia per una sempre più suggestiva crescita musicale.

VOTO: 86/100

TRACKLIST;

1. Chapter I. Creation of the Alter Self

2. Chapter II. Possession

3. Chapter III. The Annunciation in Lust

4. Chapter IV. Acquainted with the Nocturnal Devastation

5. Chapter V. I am The Lord ov Shadows

 

 

 

LINE-UP:

Material Pneuma– voce

Gash– chitarra

Confyverse– batteria

Reverof– basso

Senyt– chitarra

Genie– pianoforte

 

Facebook

Bandcamp

 

 

 

Avatar

giada-caserini

08/08/1996 Lombardia-Italy Amo la buona musica, gli animali e scrivere.

Lascia un commento:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *