SKULL FIST- Way Of The Road

SKULL FIST- Way Of The Road

SKULL FIST- Way Of The Road

TITOLO: Way Of The Road
ARTISTA: Skull Fist
GENERE: Heavy/Speed Metal
ANNO: 2018
PAESE: Canada
ETICHETTA: NoiseArt Records

Gli Skull Fist sono una band canadese fondata a Toronto, Ontario nel 2006. Nello stesso anno i Nostri pubblicano la demo No False Metal che include le tracce Ride The Beast e l’omonima No False Metal. La band ha attraversato diversi cambi di line up negli anni tra il 2006 e il 2010, che hanno visto il frontman Zach Slaughter come unico effettivo membro fisso. La pubblicazione dell’EP Heavier Than Metal nel 2010 porta al contratto con la NoiseArt Records. Successivamente la band intraprende diversi tour in Canada e in Europa, partecipando al Metal Assault Festival. Nel 2011 viene pubblicato il primo album Head Of The Pack, che ottiene ottimi consensi. Il 2014 è l’anno di Chasing The Dream dal grande successo internazionale, in cui spicca il brano Bad For Good con influenze hard rock, incluso nella colonna sonora della commedia horror splatter Deathgasm (2015). Nel 2018 esce il terzo album in studio Way Of The Road, il Full-Length consta di nove tracce per un totale di circa quaranta minuti di musica. Rispetto al precedente Chasing the dream, più curato dal punto di vista della produzione, l’ultima fatica ha un sound più naturale, definito raw dagli stessi membri della band, con una sola vocal track e “straight sound from the instruments”. L’opera si apre con un trittico al vetriolo: l ‘opening track You Belong to me, che ci sorprende con la sua irruenza: rullate di batteria granitiche e assolo di chitarra veloce, voce acuta e tagliente “You won’t get out here alive trapped inside till you die, you belong to me she’ll never set you free”. L’ascolto prosegue con No More Running, dal ritmo più cadenzato ma deciso.  Tutta l’opera si ascolta d’un fiato in un continuo head banging, in cui nonostante l’impeto della batteria e i riff infiammati, la linea melodica ha un ruolo di primo piano. Segue la velocissima e frenetica cavalcata ritmica di I’m A Slave con assoli intricatissimi, sferzanti e fulminei e scrosciante batteria, con una sezione ritmica di tutto rispetto. Per quanto riguarda la tracklist, i pezzi sono variegati e ben distribuiti: si alternano tracce veloci a quelle dai ritmi più cadenzati, ciò permette di godere al meglio l’ascolto, concedendo un momento di riflessione dai pezzi più impetuosi e articolati, un esempio la title track Way of the Road e Witch Hunt. Insieme ad altre giovani band come White Wizzard, Enforcer, Cauldron, Lord Magus, Striker e Holy Grail, i Nostri rientrano a pieno titolo nel NWOTHM (New Wawe Of Traditional Heavy Metal) una nuova corrente musicale che prevede un ritorno alle sonorità Heavy più tradizionali: la durezza, la tecnica e l’abilità esecutiva mostrate si rifanno ai capostipiti dello Speed Metal come Saxon, Raven, Diamond Head e Hard Rock, come Motley Crue, Judas Priest e Scorpions. Con questo lavoro gli Skull Fist riconfermano il proprio talento fuori dal comune riportando in auge il genere senza risultare polverosi e soprassati, apportando passione, estro e originalità.

VOTO: 75/100

TRACKLIST:

1. You belong to me
2 . No more running
3. I am a slave
4. Witch hunt
5. Way of the road
6. Heart of Rio
7. Better late than never
8. Don’t cross me
9. Stay true

 

LINE UP:

Casey Slade – Basso
Jonny Nesta – Chitarre
JJ Tartaglia – Batteria
Zach Slaughter – Voce e chitarra

WEB:

Facebook
Sito Ufficiale
NoiseArt Records

 

Avatar

dgiulia

Ama la musica, prevalentemente Rock e Metal. Non si alza dal divano se il telecomando è lontano, ma andrebbe a piedi in capo al mondo per sentire il concerto della sua band preferita.

Lascia un commento:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *