GLOBAL SCUM – Hell Is Home

GLOBAL SCUM – Hell Is Home

GLOBAL SCUM – Hell Is Home

TITOLO: Hell Is Home
ARTISTA: Global Scum
GENERE: Thrash Metal / Death Metal / Groove Metal
ANNO: 2018
PAESE: Austria
ETICHETTA: NRT-Records

Il progetto Global Scum nasce nel 2016 con l’intento di trasportare l’ascoltatore nell’oscurità più brutale del Groove Metal attraverso il suo nuovo parto discografico dal titolo Hell Is HomeHell Is Home è il debutto ufficiale di questa one man band nata dall’idea dell’artista austriaco/tirolese Marco Harlander. Dopo aver militato in diversi progetti decide di cimentarsi con una sua opera musicale personale lasciando libera la sua creatività che ha portato alla nascita di questo progetto e del suo primo album ufficiale che è stato rilasciato per la prima volta a Dicembre 2017 in formato digitale e in free-listening su Spotify e YouTube per poi essere distribuito in formato fisico a partire da Gennaio 2018 sotto l’egida della NRT-Records. L’album è composto da dieci tracce che descrivono un mix tra Groove Metal vicino allo stile dei Soulfly o dei Sepultura e il Death / Thrash Metal che sta alla base del background artistico dell’artista. Il mastermind del progetto non si è avvalso della collaborazione di altri musicisti è si è occupato personalmente dell’esecuzione e della composizione di tutti gli strumenti e delle parti vocali oltre che di tutte le fasi della registrazione e della produzione oltre che della realizzazione dei testi che vanno dalle tematiche politiche a temi più intimi e personali a riferimenti legati alla filosofia. Per fare un esempio in Falling Terror, ottava, traccia, troviamo parole contro il terrorismo, oppure in Innerlich Faulend, nona traccia, ci troviamo a fronteggiare una resa dei conti con le repressioni che la vita porta (unico brano cantato nella lingua madre dell’artista) oppure in When Water Turns to Blood vediamo liriche che sono un chiaro rifiuto dell’esistenza dei guerrafondai. A livello musicale ci troviamo di fronte ad un disco che mantiene le promesse fatte sulla carta. Un disco che usa semplici strutture per i brani per spostare interamente l’attenzione sui riff (anche se molti di loro sembrano derivati ma sono comunque molto solidi) e sul groove. L’iniziale Betrayed si basa su un sound potente e diretto costruito su ritmi dal vago sentore artefatto e un riffing che ci riportano verso la nota band brasiliana capitanata da Max Cavalera, i Soulfly attestandosi su un up-tempo incisivo con chitarre diretti improntate al Thrash dove vengono cucite vocals dallo screamling filtrato. Il resto dell’album ruota attorno a queste sonorità ben definite per poi spostarsi verso un muro sonoro più improntato al Death/Thrash che lascia fuoriuscire la vera vena artistica del Nostro come nella già citata When Water Turns to Blood dove troviamo un blast-beat molto convincente e un guitar-working molto incisivo e compatto oppure nella quinta traccia del disco, Amok o ancora nella traccia che porta il nome di questo progetto, Global Scum. Un disco altalenante che riesce a trovare la sua forza solo nell’esplosione Death / Thrash che esula dagli echi alla Soulfly e in qualche debole momento ai Sepultura.

Quello che ne esce è un discreto debutto, il Nostro ha delle buone doti ma deve cercare di scrollarsi di dosso la troppa influenza made in Cavalera, perché l’inizio è buono, ma nei brani la somiglianza con le band dell’ex-Sepultura è troppo evidente e soffoca irrimediabilmente la vena creativa di Harlander che comunque possiede ottime tecniche esecutive e compositive ma oscurate da un pesante spettro.

VOTO: 60 / 100

TRACKLIST:

  1. Betrayed
  2. Life in Chains
  3. Disappointed Life
  4. When Water Turns to Blood
  5. Amok
  6. Global Scum
  7. Treacherous Assault
  8. Falling Terror
  9. Innerlich Faulend
  10. Can’t Change the Fate

LINE-UP:

Manuel Harlander – Voce / Chitarra / Basso / Batteria

WEB:

Facebook

YouTube

Official Website

Avatar

daniele_vasco

Lascia un commento:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *