TITOLO: Contact With The Entity
ARTISTA: Coexistence
GENERE: Technical Death / Progressive Death
ANNO: 2018
PAESE: Italia
ETICHETTA: Earthquake Terror Noise

Già conosciuti grazie al loro primo singolo Ultimatum (2016) i nostrani Coexistence tornano nel 2018 con una interessante proposta: Contact With The Entity. Nipoti di un filone del Progressive Death ancora nel pieno della sua definizione, la loro formazione vede esponenti di band altrettanto giovani come Vexovoid ed Inside Mankind. Le ispirazioni principali provengono da Cynic, Obscura, Death, Origin, Pestilence, Quo Vadis e più esplicitamente dai Beyond Creation, mantenendo comunque una personalità distinta da questi ultimi; i Coexistence suonano una mistura di Progressive Death e Technical Death moderno con la presenza del basso fretless, in piena scuola Malone e LaPointe. Gli strumenti convergono in materia eterogenea e si alternano nei ruoli: questi sono liberi di appoggiarsi a qualsiasi altro strumento a seconda della necessità della sezione, seguendo la stessa linea, armonizzando, o acquistando momentaneamente una natura solista.
Come si può facilmente intuire, delle sezioni musicali così ricche portano con sè delle tematiche altrettanto valide. Il centro del lavoro è l’uomo e la sua storia, che attraverso un percorso arriva alla realizzazione di sè e dei suoi limiti. Origin parla della storia dell’essere umano, che nient’altro è che un esperimento di altre forme di vita dell’universo; l’uomo è dunque una cavia che inconsapevolmente abbraccia la stessa linea di pensiero delle forme di vita che lo hanno creato, dal momento che tratta allo stesso modo le altre forme di vita sul “suo” pianeta. In Ultimatum cambia il punto di vista: l’essere umano è figlio di un pianeta che adesso lo odia, dal momento che gli sono state date diverse possibilità di redenzione che la razza umana ha mandato continuamente in fumo. Giunge dunque l’ultimatum per gli essere umani. L’uomo decide allora di alienarsi dai valori terreni per cercare se stesso e prova ad isolarsi da ciò in cui aveva creduto per una vita ed impazzisce quando realizza che ciò non è possibile: in Contact with the entity, l’entità, seppur ambita in maniera divina, è l’uomo stesso, che scopre i suoi limiti e si arrende alla rassegnazione eterna.
Decisamente un ottimo inizio per i senesi Coexistence!

VOTO:85/100

 

TRACKLIST:

01. Origin
02. Ultimatum
03. Contact With The Entity I
04. Contact With The Entity II

LINE UP:

Christian Luconi – Basso Fretless
Alessandro Formichi – Batteria
Leonardo Bellavista – Chitarra
Mirko Battaglia – Voce e Chitarra

WEB:

Facebook

 

Lascia un commento:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *