TITOLO: Chromium Homes
ARTISTA: Black Wail
GENERE: Rock & Roll
ANNO: 2017
PAESE: USA
ETICHETTA: Rhyme and Reason Records

I Black Weil sono una band statunitense fondata a Jersey City nel 2014. Nello stesso anno viene pubblicato  il primo EP omonimo, e il 2016 vede la release dell’EP All You Can EatChromium Homes è il terzo EP del giovane gruppo, pubblicato il 15 dicembre 2017 dalla Rhyme and Reason Records, il cui titolo è stato ispirato dalla presenza dei rifiuti tossici generati dai siti industriali abbandonati nella città dei Nostri. L’EP consta di sei brani per circa trenta minuti di ascolto, presenta un melting pot dei generi musicali più disparati, dall’hard rock in pieno stile seventies alla psychedelia, dal punk all’heavy metal, dal blues al doom: una commistione improbabile di stili che dà vita a sonorità nuove e inesplorate. Nonostante la poliedricità dell’opera e la presenza di brani profondamente eterogenei, la tracklist scorre fluida e ben distribuita. L’opening track è They, un brano di chiara matrice stoner ed inserti blues con un irresistibile groove in grado di creare immediatamente empatia con l’ascoltatore; a metà del brano lo scream sancisce un cambio di registro repentino: lo stile diventa granitico, la tonalità si abbassa e il tempo rallenta solennemente per poi tornare all’atmosfera blues, che si protrae fino alla fine del brano. I numerosi elementi che si susseguono in appena sei minuti di canzone si riallacciano l’uno all’altro con estrema disinvoltura, costituendo un insieme organico e coerente. Toni più cupi caratterizzano l’apocalittica Thee Ghost the voices in your head told you that you’re dead” con un potente riff iniziale e tastiere di ispirazione floydiana.  La title track Chromium homes è un pezzo dall’anima blues-rock e distorsioni psichedeliche che alterna armonicamente ritmi accelerati e sostenuti. A seguire A Dead Man’s Hand, con un tagliente scream e un arpeggio il cui effetto phase attribuisce contorni nebbiosi e sfumati all’esecuzione. Radioactive Mutation è una inarrestabile cavalcata ritmica sferragliante in pieno stile punk rock. A chiudere l’opera una decadente cover in chiave doom di Norvegian Wood dei Beatles, dall’incedere cadenzato e solenne. Pregno di un profondo e incessante sperimentalismo, Lo stile dei Nostri ha tratto ispirazione da molteplici fonti: Black Sabbath, Mastodon, ma anche Misfits, King’s X, Frank Zappa e Primus. I Black Wail sono una band giovane, piena di entusiasmo, intraprendenza e voglia di mettersi in gioco che con Chromium Homes ha dimostrato sorprendente originalità e poliedrismo.

VOTO 75/100

 

Tracklist:

  1. They
  2. Thee Ghost
  3. Chromium Homes
  4. The Dead Man’s Hand
  5. Radioactive Mutation
  6. Norwegian Wood

Line Up:

  • Susan Lutin – basso
  • Mike Tarlazzi – voce, chitarra
  • Bram Teitelman – tastiere
  • Ed Charreun – batteria

WEB:

Facebook

Bandcamp

Rhyme and Reason Records

Lascia un commento:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *