TITOLO: OltreLuna
ARTISTA: Progenie Terrestre Pura
GENERE: Atmospheric/ Ambient Black Metal
ANNO: 2017
PAESE: Italia
ETICHETTA: Avantgarde Music

 

Non è affatto semplice etichettare il progetto Progenie Terrestre Pura con un genere specifico; il Black Metal classico e il solito Atmospheric Black sono lontani anni luce, ma allo stesso tempo ne compongono lo scheletro, che sorregge un corpo composto da influenze di Trance, elettronica “fantascientifica”, folklore tribale e quel quid in più che rende la fusione di questi elementi così diversi un capolavoro della scena underground italiana.

I nostrani q[T]p sono attivi dal 2009, e hanno dato alla luce due full length: Uomini, Macchine, Anime, 2013 e OltreLuna, 2017 e un EP, Asteroidi, nel 2014, interamente elettronico. OltreLuna, con il progetto grafico di Abalakin (Alexander Preuss),non è che una tappa del viaggio che q[T]p propone all’ascoltatore, una sintesi dell’ Atmospheric Black di U.M.A. e dell’ elettronica di Asteroidi, che va necessariamente ascoltato nel mood giusto, senza fretta, per assaporare ogni sfaccettatura di un  vero e proprio viaggio attraverso lo spazio, il tempo e la consapevolezza umana. La produzione è curata quasi maniacalmente, nessun dettaglio trascurato o dato per scontato, il cantato black in italiano si fonde perfettamente con gli strumenti convenzionali e non, l’atmosfera più cupa a quella siderale; l’intro della terza traccia, la titletrack, è la prova lampante di quanto questo sperimentalismo sia riuscito, aggiungendo all’ormai polverosa fusione di folk e Black Metal, qualcosa di totalmente nuovo e fresco senza farlo sembrare una forzatura, unendo la parte più ancestrale e tribale della musica a quella più estrema e moderna. Non c’è contesa tra i suoni caldi e graffianti della voce e della chitarra con quelli gelidi elettronici, volutamente “artificiali”: esempio perfetto è l’ultima traccia, Proxima:B, la più lunga dell’album, che sposa ed alterna elementi di puro black ad altri di pura trance e a una conclusione melodica e pulita, che ricorda quasi lo stile degli Alcest. Essendo la conclusione sia della traccia che dell’album, probabilmente rappresenta la fine di questa tappa del viaggio e il sopraggiungimento della consapevolezza che si è ricercata nel corso della riproduzione di OltreLuna; non si capisce bene quale sia questa consapevolezza, forse ad ognuno dirà qualcosa di diverso, o forse è semplicemente la consapevolezza di essere la progenie terrestre pura.

OltreLuna è più di un album: è un’ esperienza, un vero e proprio viaggio, e per essere meglio apprezzato andrebbe ascoltato subito dopo i suoi due predecessori, U.M.A. e Asteroidi. Sicuramente non è un ascolto per tutti, né un ascolto immediato e semplice, ma caldamente consigliato a tutti gli estimatori dell’ Atmospheric Black e annessi sperimentalismi.

VOTO: 90/100

TRACKLIST:

  1. Pianeta Zero
  2. SubLuce
  3. OltreLuna
  4. Deus.Est.Machina
  5. Proxima:B.

https://www.youtube.com/watch?v=FmiVsESeHjg&t=266s

LINEUP:

Davide Colladon – Chitarra/Composizione
Emanuele Prandoni – Voce/Lyrics
Fabrizio Sanna – Basso/Produzione

 

LINK:

Facebookhttps://www.facebook.com/pg/ProgenieTerrestrePura
Bandcamphttps://avantgardemusic.bandcamp.com/album/oltreluna
Canale Youtubehttps://www.youtube.com/user/ProgTerrPura
Sitohttp://progenieterrestrepura.bigcartel.com/

 

 

 

Lascia un commento:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *