TITOLO: Aeneid
ARTISTA: Heimdall
GENERE: Heavy/Power/Epic Metal
ANNO: 2013
PAESE: Italia
ETICHETTA: Scarlet Records

 

Gli Heimdall sono una band Heavy/Power metal fondata a Salerno nel 1994 da Fabio Calluori (chitarra ritmica) e Nicolas Calluori (batteria); sono considerati tra i capostipiti della scena power metal italiana degli anni ‘90.
Nel maggio del 1998 viene pubblicato il loro album d’esordio Lord of the Sky, un concept album basato sulla storia del dio nordico Heimdall, che ottiene subito giudizi ampiamente positivi del pubblico e della critica. Dopo il successo di Lord of the sky, i Nostri eseguono frequenti esibizioni live, prendendo parte a molti festival al fianco di band come i Sentenced, Labyrinth coi quali intraprendono un tour nel 1999 e 69 Eyes.
Successivamente vengono pubblicati The Temple of Theil (2000) The Almighty (2002) e Hard as Iron (2004).
Nel 2007, a causa di problemi personali e difficoltà nel trovare un nuovo cantante, la band si concede un lungo periodo di pausa. Dopo nove anni di attesa, nel 2013 gli Heimdall pubblicano Aeneid, un concept album ispirato all’Eneide di Virgilio. Il full length è composto da tredici brani, il Prologue  introduce l’ascoltatore all’epico viaggio di Enea, per un totale di circa cinquanta minuti di musica. Le tracce alludono ad alcuni eventi emblematici del poema epico, dalla distruzione di Troia alla nascita dello stato di Roma: il primo brano Forced by fate illustra l’arrivo di Enea a Cartagine e il seguente incontro con Didone; Save you è un accorato  appello di Anchise al figlio Enea alle porte della città di Troia, ormai ridotta in fiamme; Waiting for the dawn narra il viaggio di Enea nel Mediterraneo alla ricerca della terra promessa, secondo l’archetipo del viaggio visto come scoperta della realtà e prova di sé “the Gods want a new fate for us”. Tra le più grandi influenze musicali del gruppo si annoverano Ozzy Osbourne, Judas Priest, Sword, Viciours Romours, Iron Maiden, Helloween, Metallica, Anthrax e Slayer. L’album ha chiare radici Heavy, Power ed Epic metal; presenta una prorompente sezione ritmica, inserti sinfonici dati dalle maestose tastiere e assoli di grande virtuosismo intervallati da cori epici accattivanti. A ciò si unisce l’ispirata interpretazione del carismatico cantante Gandolfo Ferro, dall’estensione vocale e pathos sorprendenti. Con Aeneid, gli Heimdall fanno un gigantesco passo avanti in termini di composizione: caratterizzato da un intreccio sapientemente calibrato di chitarre e pianoforte, questo lavoro è la punta di diamante del loro repertorio, un album da ascoltare e riascoltare, perfettamente plasmato nella scrittura e nell’esecuzione.

VOTO 80/100


Tracklist:
01.Prologue
02.Forced By Fate
03.Save You
04.Waiting For The Dawn
05.Ballad Of The Queen
06.Funeral Song (Instrumental)
07.Underworld
08.Gates Of War
09.Hero
10.Night Of The World
11.All Of Us
12.Away
13.The Last Act

Line Up:
Gandolfo Ferro – Voce
Fabio Calluori – Chitarre
Carmelo Claps – Chitarre
Umberto Parisi – Chitarre
Daniele Pastore – Basso
Nicolas Calluori – Batteria

WEB:

Facebook

Scarlet Records

 

 

 

Lascia un commento:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *