ET MORIEMUR – Ex Nihilo In Nihilum

ET MORIEMUR – Ex Nihilo In Nihilum

ET MORIEMUR – Ex Nihilo In Nihilum

TITOLO: Ex Nihilo in Nihilum
ARTISTA: Et Moriemur
GENERE: Doom Metal
ANNO: 2016
PAESE: Repubblica Ceca
ETICHETTA: Minotauro Records

 

La Doom-Metal band Et Moriemur è stata fondata nel mese di Febbraio del 2008 a Praga. La formazione si compone di ex-membri delle tre band più note e seminali della Repubblica Ceca: Dissolving Of Prodigy e Silent Stream Of Godless Elegy, nonché della Black/Doom-Metal band Self-Hatred. La band, nel 2009, rilascia il suo primo EP auto-prodotto dal titolo Lacrimae Rerum (re-release nel 2015 sottoforma di digipack limitato a sole cento copie con due esclusive bonus-track ad opera della Russian GS Productions), mentre nel 2011, viene licenziato dalla Parat Productions il primo full-length del gruppo, Cupio Dissolvi. Nel 2014 viene dato alle stampe il secondo album, Ex Nihilo In Nihilum, rilasciato dalla Solitude Productions (rilasciato nuovamente nel 2016 dalla Minotauro Records). Il primo album, Cupio Dissolvi, ha permesso alla band di vincere il secondo premio, grazie al parere positivo della critica, nell’edizione del 2011 del New Artist of the Year Czech rock/metal Břitva publicists awards, il secondo, Ex Nihilo In Nihilum, è stato votato come terzo miglior album Doom-Metal della Republica Ceca dalla Czech Academy of Popular Music. La band è attualmente impegnata nella lavorazione del suo terzo album, previsto per quest’anno. Gli Et Moriemur, sono inoltre apparsi in tre compilations: Institut černého kovu, tributo ai Törr,band simbolo del Thrash/Black-Metal ceco, Eastern Doomination e il tribute-album ai Dissolving Of Prodigy, oltre ad essere gli organizzatori del festival annuale tra i più noti nella scena Doom europea: Patior Ergo Sum Doom Fest.

L’album Ex Nihilo In Nihilum, è composto da otto tracce (sette canzoni più un intermezzo) alle quali si aggiunge una bonus-track. Stilisticamente l’album riesce a miscelare due impronte di diverse, Doom e Black (questa parte interessa però alcune soluzioni vocali). Il sound risulta fin da subito variegato e arricchito di echi e richiami alla parte più oscura del Metal, dove il Doom di base dei Nostri riesce ad estrarre la sua parte più nera. La band passa abilmente dalle trame più ipnotiche e aperte di Sea Of Trees, con richiami Epic-Doom in lontananza e un piglio quasi più rockeggiante e melodico, su cui si intersecano i riffs più cupi e le ritmiche più marziali, con voci avvolgenti e aggressive alle tinte vicine al Depressive/Black-Metal di Delusion (le vocals nella parte finale sono un chiaro richiamo a questa corrente in campo Black), con i suoi passaggi più melodici nella seconda parte del pezzo misti a linee vocali in scream, acide e lente oppure ai toni onirici ed elegiaci di Norwegian Mist e di Liebeslied per poi lanciarsi nei tempi rallentati e nei riffs semi-acustici di Nihil tornando poi alle tinte rituali e cupe con Le Choix, sfociando nuovamente nel DSBM più tetro intriso di echi Funeral-Doom chiudendo poi con Black Mountain, suite di sedici minuti dove la band da libero sfogo alla totalità della sua proposta. Ottimo anche l’intermezzo Angst e la conclusiva Below, le due tracce più brevi di tutto il disco. Ottimo il lavoro al piano del cantante Zdeněk Nevělík, che si rivela un fine compositore per le trame del disco e sforna ottime prove alla voce, passando dal cantato in clean allo scream con molta facilità e pulizia. Il guitar-working di Aleš Vilingr e di Honza Vanek danno la giusta carica ai pezzi, così come il solido lavoro nella ritmica di Michal “Datel” Rak (batteria) e di KarelKabrio” Kovařík (basso).

Probabilmente non siamo di fronte ad un album dal sound originale e innovativo ma la professionalità e l’esperienza dei membri del gruppo ne fanno un ottimo album Doom con diverse influenze (sempre dovute al background della band stessa) che forniscono spunti interessanti e rendono piacevole l’ascolto.

VOTO: 75/100

TRACKLIST:

  1. Sea Of Trees
  2. Delusion
  3. Norwegian Mist
  4. Liebeslied
  5. Angst [Intermezzo]
  6. Nihil
  7. Le Choix
  8. Black Mountain
  9. Below [Bonus-track]

LINE-UP:

Aleš Vilingr – Guitars
Karel “Kabrio” Kovařík – Bass
Honza Vanek – Guitars
Zdeněk Nevělík – Vocals / Piano
Michal “Datel” Rak – Drums

 

WEB:

Facebook: https://www.facebook.com/etmoriemur/

YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCVpMdUQerZlDNm4QPaW9jHQ

Bandcamp: https://etmoriemur.bandcamp.com/

Official Website: http://www.etmoriemur.com/

Avatar

daniele_vasco

Lascia un commento:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *