DEATH THE LEVELLER – Death The Leveller

DEATH THE LEVELLER – Death The Leveller

DEATH THE LEVELLER – Death The Leveller

TITOLO: Death The Leveller
ARTISTA:
Death The Leveller
GENERE:
Doom Metal
ANNO:
2017
PAESE: Irlanda
ETICHETTA:
indipendente

 

I Death The Leveller sono una band Doom Metal irlandese, proveniente da Dublino. Si sono formati nel 2016 da alcuni componenti dei Mael Mòrdha, precisamente: Dave Murphy, Shane Cahill e Gerry Clince; prende parte alla formazione anche Denis Dowling dei Cursed Earth. Il loro nome deriva da una poesia di James Shirley, intitolata per l’appunto Death The Leveller e ciò riflette le loro scelte compositive sia nei testi che nella musica:
la volontà di parlare del mistero della vita e della morte senza alcuna paura, abbracciando l’inevitabilità del sonno eterno ed accettando il trapasso con serenità.
La musica dei Nostri prende ispirazione dalla scena Death/Doom dei primi anni Novanta, ma anche dal Gothic Rock. L’EP omonimo Death The Leveller, è il loro primo lavoro ed è stato rilasciato il 12 Giugno 2017. La prima traccia, scelta come singolo, è  A Call To Men of Noble Blood. Il cantante non fa utilizzo del growl e ciò conferisce all’album un’atmosfera impalpabile e suggestiva. La voce di Dowling viene messa in risalto, ma anche gli strumenti hanno un ruolo chiave.
Cahill alla batteria scandisce ritmi cadenzati, precisi e sia chitarra che basso, non si soffermano su ricercati virtuosismi, i quali risulterebbero inutili in un lavoro di questo stampo. Possiamo udire anche dell’epicità, in realtà già leggendo il titolo ne abbiamo sentore, nonostante  l’introspezione dei temi trattati.
In Gone Forever il frontman mostra appieno le sue capacità canore, toccando note più acute, senza comunque eccedere; poichè tonalità troppo elevate probabilmente distruggerebbero l’atmosfera. 
Anche questo brano supera i nove minuti di durata. Nonostante sia un EP, Death The Leveller raggiunge quasi i quaranta minuti di musica, è dunque paragonabile ad un full-length.
The Day Before The Night Of Broken Glass
si presenta sin dall’inizio più oscura, ma comunque  in linea col resto dei brani. Vi è però un cambio di voce, solamente per delle brevi sezioni, un cantato più basso rispetto a quello di Dowling. Queste parti vengono ripetute, un po’ come fosse un ritornello. L’ultima parte della traccia è solamente strumentale.
L’ultimo pezzo s’intitola How To Break Pernicious Spell. La calma che pervade tutta l’opera non accenna a dissolversi; questo brano si presenta come una naturale conclusione del lavoro, restando ancorato agli elementi distintivi che caratterizzano i Death The Leveller:  tranquillità, ritmi cadenzati, alcune punte di epicità e pacata rassegnazione alla caducità della vita.
I Death The Leveller sono solo al loro primo EP e si sono rivelati una band promettente, rilasciando un lavoro coerente e ricco di atmosfere malinconiche. Un Doom Metal un po’ atipico rispetto a quello a cui siamo abituati negli ultimi anni, infatti non vi è presenza di growl e inoltre vi sono chiare influenze dal Gothic Rock.

VOTO: 75/100

Tracklist:

  1. A Call To Men Of Noble Blood
  2. Gone Forever
  3. The Day Before The Night Of Broken Glass
  4. How To Break Pernicious Spells

Line Up:

Dave Murphy – Basso
Shane Cahill – Batteria
Gerry Clince – Chitarra
Denis Dowling – Voce

WEB:
https://www.facebook.com/deaththelevellerdoom/
https://deaththeleveller.bandcamp.com/album/death-the-leveller-2

 

Teresa Medori

teresa

Ascolto Metal da più di dieci anni, ho studiato canto per più di tre anni presso una scuola, ed il resto da autodidatta. Il genere che prediligo è il Technical Death Metal, nonostante comunque io ascolti anche molto altro in ambito Metal.

Lascia un commento:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *