BARBASCURA (ex Abol & i Rockloba) – Il Distillato (EP)

BARBASCURA (ex Abol & i Rockloba) – Il Distillato (EP)

BARBASCURA (ex Abol & i Rockloba) – Il Distillato (EP)

TITOLO: Il Distillato (EP)
ARTISTA: Barbascura (ex Abol & i Rockloba)
GENERE: Sour Mash Rock
ANNO: 2013
PAESE: Italia
ETICHETTA: Autoprodotto

 

Il Distillato è il secondo prodotto discografico del gruppo tarantino Abol & i Rockloba, che ha successivamente cambiato nome in Barbascura, dall’omonimo soprannome del proprio leader e cantante.
La traccia di apertura, La ballata degli annegati, è un inno ai sette mari e alla leggenda di Davy Jones, un demone del mare spesso associato alla morte per annegamento degli sventurati marinai vittime del “grande blu”. Lo stile verte verso il cantautorato, con punte di folklore, che rendono il brano ballabile nel vero senso della parola. Sembra di essere in una taverna dove dei cantastorie intonano le proprie canzoni invitando chi è presente a ballare e girare senza sosta con i boccali di birra in mano. La voce di Barbascura è scura, rauca, e allo stesso tempo calda, caratteristiche che permettono all’ascoltatore di entrare ancor più nitidamente nel contesto sopra descritto.
La canzone successiva, Marionetta, si apre in maniera più diretta della precedente, con un ritmo propulsivo che immerge l’ascoltatore subito nel vivo della canzone.
Ancor diversa è Fammi del male, che perde gli elementi di folklore che echeggiavano nelle due canzoni precedenti. È una canzone da cui emerge una certa sofferenza, esplicata dalla linea melodica del cantato. La prima parte è sussurrata, mentre nella seconda la voce esce con più forza, in un crescendo di pathos, supportato da tutti gli strumenti, sempre più dinamico man mano che ci si avvicina alla conclusione.
Una fisarmonica che scandisce il ritmo in 3/4 apre la successiva Ubriaco di te. Barbascura ne dà un’interpretazione davvero buona, quasi trascinando le parole, dando l’impressione, che a dire quelle frasi possa essere proprio qualcuno ubriaco. Il mood strumentale aiuta non poco la voce a trasmettere questa sensazione.
Chiude l’EP Gira, che ritrova i caratteri folkloristici delle prime canzoni, una degna canzone di chiusura, il cui ritmo invita ancora alla danza sfrenata.
In generale si tratta di un lavoro davvero buono, molto eterogeneo; il sound di base è ben chiaro e definito, ma ci sono degli accorgimenti che fanno sì che nessuna delle cinque canzoni che compongono l’EP sia uguale all’altra. L’interpretazione che questi musicisti danno dei propri brani è ottima, e invoglia l’ascoltatore ad andare avanti, senza fermarsi, in questa avventura marinara.

 

Voto: 95/100

 

TRACKLIST

  1. La ballata degli annegati
  2. Marionetta
  3. Fammi del male
  4. Ubriaco di te
  5. Gira

 

LINEUP
Barbascura X – Voce e Chitarra
Roberto Raio – Batteria
Michele Chimienti – Tastiere
Gabriele Tosi – Chitarra
Cosimo Sabatelli – Basso

Avatar

giuseppe_corcella

Appassionato di musica da quando ha memoria, studia pianoforte da 12 anni e chitarra acustica da autodidatta. Da una decina d'anni si interessa di musica metal, al punto da conseguire una laurea triennale in Musicologia a Cremona nel 2016 con una tesi dal titolo "The Rime of the Ancient Mariner di S. T. Coleridge nella lettura poetico-musicale degli Iron Maiden". Ora studia Scienze della Musica e dello Spettacolo a Milano, è tastierista e compositore degli Onyrica (Symphonic Heavy Metal), scrive recensioni di album metal e porta avanti un progetto di composizione di musica cinematica.

Lascia un commento:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *