Game Zero – Rise

Game Zero – Rise

Game Zero – Rise

TITOLO: Rise
ARTISTA: Game Zero
GENERE: Hard Rock – Metal
ANNO: 2015
PAESE: Italy
ETICHETTA: Agoge Records

 

La band si è formata alla fine del 2013, con le stesse premesse che spesso sono tipiche di chi inizia un percorso artistico: l’improvvisazione e l’ispirazione. L’incontro casuale tra Mark Wright (chitarra ritmica e voce) e Alexincubus (chitarra solista – ex-Theatres Des Vampires), è subito caratterizzata da una forte intesa. Nascono così i Game Zero, anche se in una fase embrionale, i due musicisti scrivono, quasi spontaneamente, le prime versioni di quattro canzoni che andranno poi a formare il loro album di debutto, Rise: Time Is Broken, Lions & Lambs, Fallen e Look At You. Durante questa fase, si uniscono alla band Dave J (Utopia, ex-Dragonhammer) alla batteria e Domino al basso. Con la line-up completa, registrano un Demo contenente le tracce di cui sopra, con l’intento di cercare un produttore in grado di supportare la band nel progetto. Quasi immediato è l’incontro con Gianmarco Bellumori, proprietario di Agoge Records e, come spesso accade per i colpi fortunati, l’accordo è, in questo caso, immediato, dato che il produttore percepisce il loro potenziale e decide di produrre la band. Il suo impatto nella direzione artistica è certamente importante, nel sound dei Nostri si mescolano riff granitici e melodie evocative, che formano lo stile distintivo della band. I Game Zero (nome ispirato al gioco d’azzardo Zero Spiel) nascono ufficialmente e firmano l’accordo con Agoge Records per l’uscita del loro primo album, Rise. Allo stesso tempo, la band viene assunta dalla produzione del film di animazione East End, di Giuseppe Squillaci (CANECANE Srl) e di Andrea Iervolino (AMBI PICTURES), per realizzare la canzone principale del film e, allo stesso tempo, Mark Wright viene ingaggiato per la composizione dell’intera colonna sonora. Il risultato è The City With No Ends, una canzone rock ad alto impatto (e primo singolo estratto dall’album). La band a fine 2016 intraprende un’intensa attività live con una tournée europea che li porta a suonare in Ungheria, Repubblica Ceca, Polonia, Croazia, Slovenia, Slovacchia e Lituania, dove concludono il loro tour aprendo per i Sabaton.

Il debut-album della band romana è composto di dodici tracce. L’apertura viene affidata al primo singolo della band, la già citata The City With No Ends. Brano dove la base del sound dei Nostri, quindi come detto prima riff granitici e melodie evocative, si fanno subito evidenti e creano la giusta partenza per l’album, dando vita ad una canzone suddivisibile in due parti: la prima diretta e aggressiva con un’impronta Hard&Heavy molto classica e la seconda orientata verso un Rock più melodico e “morbido” non certo privo di energia. Della medesima impronta sonora anche la successiva It’s Over, anche se differente nel modo in cui aggressività e melodia vengono amalgamate. Differente invece la terza traccia in scaletta, Now, che presenta un sound diverso, con un’impronta più giovane, meno vicina all’Hard-Rock e più prossima ad un Metal moderno figlio della nuova generazione e con un taglio più radiofonico. La triade successiva: Fallen (la quale presenta una formula vicina a quella presentata nell’opener dell’album), Don’t Follow Me Time Is Broken (RIse) presentano uno stile identico alla terza traccia, con le dovute eccezione intrise negli arrangiamenti e nello stile esecutivo. Si passa poi ad una riproposta degli stili e dei suoni già presenti nella prima parte del disco, proposti in chiavi diverse, sempre con la giusta dose di energia, mantenendo viva l’attitudine della band, ma senza creare alcun tipo di “innovazione” all’interno dell’album e rimanendo fin troppo ancorate ad un percorso già stabilito. Per sentire un vero cambio, bisogna attendere l’ultima canzone dell’album, la dodicesima Escape. Traccia che nella sua prima parte rivela un taglio Rock fresco e personale, altamente moderno, con un taglio vagamente Pop in apertura che vira poi verso un Hard-Rock melodico per poi sfociare, nella seconda parte, nell’Hard&Heavy che costituisce le fondamenta dello stile della band.

Sostanzialmente questo debutto ha molti spunti interessanti e diversi pregi, tuttavia, la ripetitività negli arrangiamenti, risultati pressoché identici, fatta eccezione per Now e Escape, non permettono all’album di decollare come meriterebbe.

VOTO: 70 / 100

TRACKLIST:

  1. The City With No Ends
  2. It’s Over
  3. Now
  4. Fallen
  5. Don’t Follow Me
  6. Time Is Broken (Rise)
  7. Lions & Lambs
  8. Purple
  9. In Your Shoes
  10. Unbreakable
  11. Look At You
  12. Escape

LINE-UP:

Mark Wright – Vocals / Rhythm Guitars

AlexIncubus – Lead Guitars

Domino –  Bass

Dave J – Drums

WEB:

Facebook: https://www.facebook.com/gamezeroband

YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCM_Y0HLle1sK4LktJJqwrFgù

Spotify: https://open.spotify.com/artist/3kESVpAaFYYBiD35OJREYs

Soundcloud: https://soundcloud.com/gamezeroband

Avatar

daniele_vasco

Lascia un commento:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *