MUSTAN KUUN LAPSET – Kuolemanvirta

MUSTAN KUUN LAPSET – Kuolemanvirta

MUSTAN KUUN LAPSET – Kuolemanvirta

TITOLO: Kuolemanvirta
BAND: Mustan Kuun Lapset
YEAR: 2016
LABEL: Inverse Records
GENERE: Dark metal
COUNTRY: Finlandia

La “leggenda dormiente” dark metal finlandese Mustan Kuun Lapset è improvvisamente risorta dopo una lunga dormita negli abissi più oscuri e profondi. Nove anni sono passati dal loro ultimo lavoro e finalmente il 15 giugno 2016 rilasciano un nuovo Ep per la Inverse Records intitolato Kuolemanvirta, nel quale sono presenti quattro tracce di cui due esecuzioni live.
Kuolemanvirta è il titolo della prima canzone la quale si snoda fra melodie degne d’interesse. La voce di Pete Lehtinen dà un taglio netto alla musicalità degli strumenti, il cantante ha una voce profonda e tagliente che ben si accosta all’esecuzione della chitarra. Ma Pete Lehtinen non si ferma qua: chitarra, voci e synths sono tutti opera sua.
Il brano prosegue mantenendo la stessa linea, senza particolari evoluzioni degne di nota, però a tratti può evocare alcune canzoni dei vicini Borknagar.
Il brano termina con una dolce melodia.
Subito inizia il secondo brano che lascia un po’ di stucco.
Che fine ha fatto la tranquillità del precedente brano? Veritanssi ’16 parte subito in quinta con la tipica sonorità black metal.
Un black potente, con intermezzi che vagamente ricordano alcuni echi folk. Pete Lehtinen ci regala un bel growl pieno di cattiveria e ben effettuato. Cosi come tutto lo svolgersi del brano, anch’esso come il primo, mantiene una linea guida che a differenza del precedente ha una marcia in più che può essere ritrovata nella prestazione canora.
I due brani successivi sono due esecuzioni live, purtroppo le registrazioni non rendono giustizia alla band ma con un piccolo sforzo d’udito possiamo cogliere la bravura di questa band. Durante la versione live di Valkoinen Satama (uno dei primi brani della band risalente al 2007) spicca la maestria dietro le pelli di Hautala ed il growl/scream ancora più marcato e profondo di Lehtinen.
L’ultimo brano, Kuka Palvoo Saatanaa, è un classico svolgimento di un brano black metal nella maggioranza delle sue sfaccettature. Sempre degne di nota le prestazioni dei musicisti, purtroppo declassate dalla scarsa qualità di registrazione.
Che dire, un ep particolare, che in pochissime canzoni racchiude l’impegno di questa band sia in versione studio sia in versione live.
Album che supera la sufficienza ma non raggiunge vette elevate, poiché non sono presenti evoluzioni degne di rilievo e perché su quattro brani il giudizio può risultare limitante.

 

VOTO: 77/100

Line Up:

Pete Lehtinen – vocals, guitar, synths
Ville Pelkonen – bass
Mikko Hautala – drums
Heikki Piipari – guitar

 

Avatar

alissa

Lascia un commento:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *